Visualizzazione post con etichetta Salse e sughi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Salse e sughi. Mostra tutti i post

domenica 19 luglio 2015

Salsina per piadine, tigelle e pasta fredda.




Questa è una salsa, che ho provato e mi è piaciuta davvero tanto.
Gli ingredienti sono pochi, perciò è d'obbligo puntare sulla qualità.
Si abbina molto bene al pane in tutte le sue forme, come base per una pasta fredda o insalata di riso. Ad un vitello tonnato diverso.

Ingredienti:
3 filetti di tonno
7 cucchiai di verdurine sott'olio
un paio di cucchiai d'olio di oliva
pepe nero macinato al momento

Inserire i filetti di tonno nel mixer


Aggiungere le verdurine sott'olio


Macinare un pò di pepe nero e aggiungere i cucchiai di olio e.v.o.
Frullare, lasciando visibili i colori delle verdure. Non deve diventare un patè.



domenica 21 luglio 2013

Amazing Tzaziki.





Cosa c'è di meglio dello tzaziki per accompagnare le verdure fresche quando fa molto caldo?

Non saprei...questa salsa greca è fresca, leggera e gradevolissima. E' il classico "raw food" che adoro. Riesce a trasformare dei semplici pomodori in un piatto appagante. Si utilizza per contorno con altre pietanze.

Ingredienti:

1 vasetto di yogurt greco colato e denso (quello della marca FAGE  è perfetto)
2 spicchi di aglio tritati molto finemente
1 cetriolo di media grandezza
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaio di succo di limone
mezzo cucchiaino di sale fino
qualche foglia di erbe aromatiche a piacere come menta, aneto, timo (se gradite, ma anche no) 

Spellare il cetriolo e grattugiarlo, lasciandolo in un colino in modo che perda tutta l'acqua in eccesso.
Tritare finemente gli spicchi di aglio e le erbe se vi piacciono e unirle allo yogurt.
Aggiungere l'olio, il succo di limone e l'aceto.
Aggiungere il cetriolo tritato.
Mescolare e aggiustare di sale.

Lasciare riposare in frigo per almeno un paio di ore e servire.

Minimo sforzo, massimo risultato.

domenica 2 giugno 2013

Dressing multiuso.


Semplicissimo da realizzare e si adatta ad accompagnare crocchette di pollo, verdura bollita o per velare un panino.

Vi serve 1 tubetto di maionese di qualità, il succo di mezzo lime, a piacere erba cipollina, aglio (io ne ho un quarto di spicchio) e prezzemolo.
Mescolare bene e lasciare maturare in frigo per una notte.
Poi utilizzatelo per arricchire piatti che più vi piacciono.

La prossima volta, in previsione del caldo estivo, la rifarò sostituendo la maionese con lo yogurt.


domenica 29 luglio 2012

Ragù di carne (italian meat sauce).


Un piatto di pasta al ragù, con una abbondante manciata di Parmigiano grattugiato, secondo me è un vero comfort food. Uno di quei piatti che ti mettono in pace con il mondo.
Il ragù, ovviamente lo faccio secondo la ricetta di famiglia. Ogni famiglia ne ha una, anche se più o meno sono simili.

Per la pasta ho scelto 500 gr. di Conchiglie Verrigni, 

Il ragù classico italiano lo faccio così:

600 grammi di macinato di bovino adulto
200 grammi di pancetta di maiale macinata
1 litro di salsa di pomodoro (ma anche di più se serve)
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
mezzo bicchiere di olio e.v.o.
100 grammi di burro di qualità
2 bicchieri di latte (altri mettono del vino)
sale e pepe
1 spicchio d'aglio in camicia (mia variante)

Per prima cosa si prende una casseruola larga e dai bordi abbastanza alti e si scalda l'olio extravergine di oliva insieme al burro. Si fa un trito di sedano carota e cipolla. Una volta che l’olio è caldo, si soffriggono le verdure e il trito di pancetta. Dopo qualche minuto, aggiungo il macinato di bovino ed amalgamo velocemente tutti gli ingredienti.
Quando la carne ha cambiato colore, la livello con il cucchiaio di legno e verso il bicchiere di latte. A questo punto abbasso la fiamma al minimo e non tocco più la pentola. Lascio che la carne assorba il latte.
Successivamente aggiungo la salsa di pomodoro, mescolo bene. Metto sale e pepe e lo spicchio d'aglio in camicia. A fiamma bassa lascio cuocere due ore. In pentola a pressione basta cuocerlo per 1 ora.
Una volta terminata la cottura, la quantità che eccede al fabbisogno immediato per la ricetta, il resto lo lascio raffreddare e ne riempo dei bicchieri di plastica, che vado a congelare per utilizzarlo quando ci sarà l'occasione.

Preparato il ragù, tiro il padella la pasta e voilà.


Con una generosa spolverata di Parmigiano.



La pasta Verrigni anche questa volta si riconferma la migliore che io abbia assaggiato.

CURIOSITA': all’estero, il ragù alla bolognese è usato per condire gli spaghetti, i quali vengono chiamati "spaghetti alla bolognese". In realtà, questa ricetta non esiste nella tradizione italiana. Da noi il ragù si associa alle tagliatelle all’uovo bolognesi, ma MAI agli spaghetti.
Inoltre vedo delle ricette di ragù, su blog americani, che prevedono l'introduzione di erbe aromatiche come origano, timo. Niente di più sbagliato.
La cucina italiana si distingue per la semplicità e la freschezza degli ingredienti. Non serve "mettere il giardino" in una ricetta per dargli la connotazione di italianità.

sabato 3 settembre 2011

Pesto ligure.

Io adoro il pesto ligure, soprattutto se di base c'è il basilico del mio orto.

Questa ricetta è quella che faccio per la mia famiglia da diversi anni.

Ingredienti:

Un cucchiaino colmi di sale grosso
30 foglie di basilico, pulite con un cannovaccio
2 spicchi di aglio puliti e privati dell'anima
2 cucchiai colmi di pinoli
30 gr. di parmigiano grattugiato
30 gr. di pecorino grattugiato
un bicchiere di olio e.v.o.


Mettere nel mortaio o nel frullatore prima il sale e poi il basilico. Ciò servirà a non fare annerire il basilico.


Pestate o frullate. Aggiungere i due formaggi e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.
Unire l'olio e ottenere una salsa legata e densa.



Con tutto il basilico che ho, non faccio altro che moltiplicare questa ricetta in base alle foglie di basilico disponibili.

Ottimo abbinamento con una pasta "calamarata" trafilata al bronzo.